Cosmetici “cruelty-free” e “vegan”

Se ami gli animali, sei vegan o vegetariano questo approfondimento è per te.

Se anche tu desideri fare acquisti consapevoli ed etici, in questo post valutiamo i cosmetici dal punto di vista della sperimentazione animale e della presenza o meno di ingredienti di origine animale.

Iniziamo con una buona notizia: da marzo 2013, l’Unione Europea vieta la sperimentazione animale sui cosmetici intesi sia come prodotto finito che per quanto riguarda i singoli ingredienti.
Perchè questo distinguo tra prodotti finiti e ingredienti? Perchè a volte gli ingredienti sono importati da paesi extra UE nei quali i test sugli animali possono essere consentiti o addirittura obbligatori.

Ma noi abbiamo detto che vogliamo essere consumatori consapevoli: scegliere di acquistare prodotti davvero non testati su animali può orientare in questa direzione i produttori e il mercato.

Come scegliere? – Le certificazioni

bunnySulle confezioni di cosmetici puoi trovare la certificazione “cruelty-free” rappresentata dal simbolo “leaping bunny”, un coniglietto che salta con due stelline: vuol dire che l’azienda ha aderito ad un disciplinare internazionale contrario alla sperimentazione sugli animali sia del prodotto finito che dei singoli ingredienti.

L’azienda produttrice si impegna a partire da una certa data in poi a non utilizzare ingredienti “nuovi” nei suoi prodotti in modo tale da non incentivare la sperimentazione animale. Acquistando un prodotto con il simbolo “leaping bunny” hai la certezza di non avere promosso test sugli animali.

Lo Standard è valido per tutta Europa e per gli Stati Uniti: sul sito  consumoconsapevole.org puoi leggere l’elenco delle aziende italiane che hanno sottoscritto il loro impegno e aderito al disciplinare. Tra queste trovi anche le “nostre” Alkemilla Eco Bio Cosmetic e Biofficina Toscana, in vendita qui da The Beauty Parlor Bioprofumeria. Puoi invece consultare il sito ufficiale della certificazione per avere ulteriori informazioni ed effettuare ricerche sulle aziende di tutto il mondo.

icea

 

Mentre un claim come la semplice dicitura “non testato sugli animali” riguarda facilmente solo il prodotto finito e non gli ingredienti, sono da considerare attendibili anche le altre certificazioni eco-bio: per esempio la certificazione ICEA in collaborazione con LAV – Lega Anti Vivisezione oppure AIAB. 

 

aiab

Il severo ente certificatore NATRUE, con i suoi “position paper”, stabilisce il criterio secondo il quale saranno certificati solo prodotti non testati su animali, con ingredienti non testati su animali ne’ dall’azienda produttrice ne’ da terzi.

drh2

 

Dr. Hauschka (certificata NATRUE) prende una precisa posizione etica e dichiara tra l’altro che “dal 1967 non sono mai stati effettuati test su animali con i preparati della Cosmesi Dr. Hauschka, né direttamente da noi né da terzi su nostro incarico.”

 

Tra gli altri brand presenti in negozio, menziono l’azienda PuroBIO Cosmetics certificata CCPB – NATRUE – VeganOK  è stata premiata per la semplicità con cui comunica i contenuti delle certificazioni, per non parlare dell’approccio etico a 360° dell’azienda Dr. Bronner’s.

 

Ingredienti di origine animale

Tante volte abbiamo sottolineato che la cosmesi biologica si inserisce in un quadro più ampio di concetti “eco”, ovvero rispettosi dell’ambiente, di persone, animali e piante che ne fanno parte.

Valutiamo la formula del cosmetico nel suo complesso per sapere se contiene ingredienti di provenienza animale. Gli animali ci piacciono vivi, non vogliamo che debbano soffrire o morire per un cosmetico! Puoi leggere sul sito Greenme.it quali sono gli ingredienti più frequentemente utilizzati nei cosmetici, mentre sul sito  HPS Milano (distributore per l’Italia del brand Couleur Caramel) trovi interessanti chiarimenti sulla provenienza vegetale di alcune sostanze come acido ialuronico, glicerina, squalano.  veganokPotrai poi decidere se accettare prodotti che contengono ingredienti di origine animale quali latte, cera d’api, miele, propoli, per la produzione dei quali la vita dell’animale è salvaguardata e che sono ammessi nella cosmesi eco-bio. Siamo pronti ad indicarti in quali prodotti sono contenuti in modo tale che tu possa scegliere consapevolmente. Il simbolo “VeganOK”  garantisce che i cosmetici siano del tutto privi di ingredienti di origine animale.

Non in ultimo è da valutare anche la presenza di ingredienti inquinanti, perchè alla fine i cosmetici – che usiamo per lavarci o che abbiamo sulla pelle quando ci laviamo o magari facciamo il bagno al mare – finiscono tutti nelle falde acquifere, vengono immessi negli ecosistemi e hanno un impatto su animali e vegetali, fino ad arrivare al cibo dei nostri piatti.
Rileggi se vuoi questi post per sapere quali sono gli ingredienti cosmetici da evitare e per lo smaltimento dei prodotti cosmetici finiti o vecchi e brutti.

In questo stesso post abbiamo trattato due argomenti affini, ma presta attenzione al fatto che le due certificazioni non corrispondono esattamente, ovvero non vogliono dire proprio la stessa cosa. Per non fare confusione, puoi leggere il blog Ethical Elephant che ho trovato molto carino, è in inglese, ma basta guardare le figure!

Se vuoi fare due chiacchiere in merito a scelte cosmetiche consapevoli ed ecosostenibili o pensi che possa esserti utile qualche consiglio ti aspetto da The Beauty Parlor Bioprofumeria.

 

 

 

Photo by Ryan Walton on Unsplash

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: